This event ended on May 8, 2021 6:00 PM CEST

ARCHEOMERCATO DELLA TERRA - SLOW FOOD TIVOLI E VALLE DELL'ANIENE

ORDINA E RITIRA LA CASSETTA DELLA SPESA SOLIDALE SLOW FOOD, AIUTERAI I PRODUTTORI E LA COMUNITA' SLOW FOOD TIVOLI E VALLE DELL'ANIENE


Saturday May 8, 2021 from 09:00 to 18:00 (UTC +02:00)

When

Saturday May 8, 2021 from 09:00 to 18:00 (UTC +02:00)

Description

I Mercati della Terra sono uno dei progetti più ambiziosi e complessi di Slow Food. Lanciati nel 2004, hanno l’obiettivo di favorire la relazione diretta tra produttori e consumatori, eliminando gli intermediari e rendendo più accessibile il cibo buono, pulito e giusto.

Richiedono però anche una notevole organizzazione tra i partecipanti: la gestione di ogni singolo mercato, infatti, è affidata alla rispettiva Comunità Slow Food, alla quale aderiscono tutti i soggetti coinvolti, compresi i produttori che vendono la propria merce.

Ma quanto sono efficaci i Mercati della Terra nel raggiungere gli obiettivi – ambientali, sociali, economici – che si pone?

Due ricercatori hanno cercato di rispondere a questa domanda: si tratta di Burçin Hatipoglu, visiting fellow & lecturer presso l’Università del Nuovo Galles del Sud in Australia, e Kıvanç İnelmen dell’Università del Bosforo in Turchia.

Hatipoglu e İnelmen hanno analizzato i Mercati della Terra di Slow Food concentrandosi sul loro contributo alla conservazione della biodiversità e alla giustizia sociale nel quadro degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (Oss) dell’Onu. L’Obiettivo 12, in particolare, è quello che mira a “garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo”.  Abbiamo raggiunto Burçin Hatipoglu per chiederle qualche dettaglio in più sulla ricerca svolta.

Cominciamo dagli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Onu. Che rapporto hanno con i Mercati della Terra di Slow Food? Pensa che l’Obiettivo 12 ponga traguardi inferiori al cambiamento di cui c’è bisogno? I Mercati della Terra vanno oltre l’Obiettivo 12?

Dottoressa Burçin Hatipoglu

L’Agenda 2030 dell’Onu dà molta importanza alla Produzione e al consumo sostenibili (Pcs), aspetti che vengono richiamati in 13 dei 17 obiettivi totali. Il numero 12, in ogni caso, è quello che riguarda specificamente tali aspetti, e pone l’accento sull’approvvigionamento sostenibile, sull’efficientamento delle risorse e sulla minimizzazione dell’impronta materiale e della produzione di rifiuti. Si tratta di punti fondamentali per il settore alimentare.

Per modificare i sistemi alimentari, tuttavia, occorre adottare un approccio olistico: il ruolo dei consumatori e delle loro scelte alimentari non va sottovalutato, eppure tra gli indicatori dell’Oss 12 non c’è nulla che richiami la figura e le responsabilità del consumatore e il modo in cui avviene l’approvvigionamento del cibo.

La nostra ricerca dimostra che i Mercati della Terra vanno oltre a quanto stabilito dall’Obiettivo 12 dell’Onu: sono l’esempio di come la Produzione e il consumo sostenibili possano essere applicati a livello di comunità attraverso processi partecipativi. I Mercati della Terra incoraggiano la Pcs, esortando gli organizzatori e i produttori a educare e sensibilizzare il pubblico circa le scelte alimentari che prendono. I Mercati della Terra, insomma, dimostrano di avere a cuore la salute e il benessere sia dei produttori che dei consumatori.

 I Mercati della Terra sono veri e propri agenti di cambiamento nelle comunità .

ticket Tickets
Price
Quantity

SHARE


Made with Slow Food by:

SLOW FOOD TIVOLI E VALLE DELL'ANIENE

Visit profile Contact the organizer
Wall Close Wall

Recover password

have an account? log in

Metooo uses cookies. This information is used to improve service and understand your interests.
By using our services, you agree to the use of cookies. Click here to learn more.